Interventi

Da Ritorno a Gerusalemme

Chiaramonte riprende Jerusalem con pellicola a colori di formato quadrato con metodo analogico e nel rifiuto del digitale. Riprendere con un apparecchio 6×6 e col cavalletto significa impostare una immagine e poi attendere, attendere che la scena si componga, come un piano-sequenza che altri devono costruire…

Drammaturgia dell’Immagine:
Interno Perduto – L’immanenza del Terremoto

Una lettura dell’immagine che, come per tutti i lavori di Chiaramonte, necessita di una spiegazione, che va la di là della percezione emotiva che possono trasmettere le formule estetiche adottate nelle sue composizioni fotografiche, per assumere invece il carattere di una metafora prospettica o di un livello più alto di ricerca dell’infinito nel reale.